Siti archeologici in Friuli-Venezia Giulia

Il Friuli-Venezia Giulia è stata a lungo una cerniera tra l'Italia e l'Est Europeo. Tra le doline del Carso sono state rinvenute alcune delle più antiche testimonianze umane d'Europa risalenti a oltre 400.000 anni fa. Tracce di cacciatori neanderthaliani e di uomini del Paleolitico Superiore provengono da numerose grotte della zona. Insediamenti di primi agricoltori neolitici sono abbondanti in tutto il Friuli-Venezia Giulia con un misto in influssi padani e balcani.

Alle età dei metalli risalgono molti centri fortificati detti "Castellieri" alcuni giunti fino all'epoca romana. L'area era abitata da due grandi ceppi diversi: nel Friuli si erano insediate popolazioni gallo-carniche mentre la Venezia Giulia era abitata dagli Istri. Queste due popolazioni hanno lottato a lungo prima di essere sottomesse e inglobate nell'Impero Romano nel II-I secolo d.C.

I Romani fondarono nella regione importanti centri come Aquileia e Grado, fondamentali per la comunicazione con i paesi dell'Est.

Search
Search
Nearby points of interest
  • Airport
  • Aquarium
  • Art gallery
  • Atm
  • Bank
  • Bar
  • Bicycle store
  • Bus station
  • Cafe
  • Car rental
  • Car repair
  • Museum
  • Park
  • Parking
  • Police
  • Restaurant
  • Subway station
  • Taxi stand
  • Train station
Reset
Resize the map
1 Result(s)
Default
  • Title A to Z
Refine Search
Civiltà
parola chiave
Loading

Aquileia è stata una delle città più importanti dell’Impero Romano nel Mediterraneo, fu altresì sede di un Patriarcato durato sino al 1751 e infine centro propulsore del Cristianesimo in tutta l’Europa Centrale durante il Medioevo. Insieme a Ravenna e Brescia è il più importante sito archeologico dell’Italia Settentrionale ed è stata inserita nel 1998 nel World Heritage List dell'UNESCO.…
Booking.com
Prezzo: EUR 22,00