Siti archeologici dei popoli italici

Mappa dei siti e parchi archeologici d'Italia che risalgono come fondazione, o come testimonianze principali giunte fino a noi, ai popoli italici che vivevano nella penisola prima che Roma diventasse Roma.

Parliamo di Etruschi in primo luogo, ma anche di Iapigi, Messapi, Bruzi, Liguri e tutte quelle popolazioni che una dopo l'altra dovettero soccombere all'avanzata di Roma.

Attraverso la ricerca è possibile filtrare i siti archeologici per Regione. E' possibile, inoltre, andare alla scheda dettagliata del sito o vedere la sua localizzazione sulla mappa. Vi proponiamo anche alcune letture utili per approfondire la conoscenza di questi popoli. Buona ispirazione!

Search
Expand the search area up to
Nearby points of interest
Reset
Resize the map
17 Result(s)
Default
  • Title A to Z
Refine Search
Regioni
parola chiave
Loading

La Necropoli di Tarquinia anche conosciuta come Necropoli Etrusca di Monterozzi è posizionata su di un’altura a est di Tarquinia e conta al suo interno circa 6.000 sepolture, in gran parte camere scavate nella roccia e sormontate da tumuli, delle quali le più antiche sono datate al VII secolo a.C. Fra le migliaia di sepolture sono circa 200 quelle che contengono una serie di affreschi…

La necropoli etrusca di Cerveteri, meglio nota come “Necropoli della Banditaccia” è la principale area di sepolture dell'antica città etrusca di Caere e una delle più suggestive e grandiose dell’Etruria e di tutto il Mediterraneo. Apparteneva all’antica città di Caere (Cerveteri), fiorente cittadina etrusca che sorgeva su una collina tufacea a circa 40 km da Roma e non molto distante dalla costa tirrenica.…

L’area archeologica dell’antica Vetulonia, importante città etrusca, si caratterizza soprattutto per essere una ricca e vasta necropoli di questa civiltà, con tombe monumentali e diversificate nel corso dei secoli, oggi disposte in un paesaggio completamente naturale, tra gli uliveti e la folta vegetazione della macchia mediterranea.…

La città etrusca di Populonia (successivamente conquistata dai Romani), nota sin dall’antichità per la sua intensa attività metallurgica, sorgeva fra le pendici del promontorio di Piombino e il Golfo di Baratti, dove oggi si estende il meraviglioso Parco archeologico di Baratti e Populonia. All’interno del parco è possibile visitare una parte significativa dell’abitato etrusco e romano…

Il parco archeologico di E. Fiumi è la principale area verde della città di Volterra, gode di un’ottima posizione perché situato sul pianoro più elevato, proprio a ridosso della fortezza medicea e al suo interno è possibile visitare gli scavi dell’acropoli della città etrusca. Ľ acropoli è senz’altro l’insediamento più importante dell'area archeologica…

Il Monte Saraceno è un luogo magico, che emoziona ancora oggi chi decide di visitare il Gargano. In questi luoghi, già nel IX secolo a.C. si insediò il popolo dei Dauni. Popolo molto diverso dai popoli italici del vicino appennino soprattutto per le sepolture. E proprio qui sul Monte Saraceno fu rinvenuta un’importantissima necropoli dauna, con le sue tombe e centinaia di stele funerarie su un pendio che guarda il mare.…

Il parco archeologico di Egnazia è uno dei siti più interessanti di tutta la regione Puglia. Situato in un contesto paesaggistico molto suggestivo, lungo il litorale adriatico pugliese, tra Monopoli e Savelletri, riporta testimonianze che vanno dall’età del Bronzo sino all’epoca medievale. Era fiorente centro di traffici e commerci soprattutto grazie alla presenza del porto e della via Traiana…

Kainua, fu un'antica città etrusca sorta sul Pian di Misano e sull’altura di Misanello, nel territorio dell’attuale comune di Marzabotto. Fu una delle città-stato più importanti dell'Etruria padana, assieme a Felsina (l’attuale Bologna) e Spina.…

Il Parco naturalistico e archeologico di Vulci sorge nel cuore della Maremma Laziale, tra il Comune di Montalto di Castro e quello di Canino. La natura domina  incontaminata con suggestivi canyon scavati dalle rocce di origine vulcanica e il fiume Fiora che con una piccola cascata cade nel laghetto di Pellicone, tesori naturali che conservano i resti dell’antica città etrusco-romana di Vulci.…

L’antica città etrusca di Roselle sorgeva su un’altura che consentiva il controllo dell’intera piana di Grosseto, anticamente occupata dal Lago Prile le cui sponde, comunicanti con il mare, erano sfruttate dagli Etruschi come attracco portuale. Fondata nel VII secolo a.C. era caratterizzata da un importante centro urbano di forma ellittica disposto su due alture separate da una valle mediana…

Veio era un’antica città etrusca che sorgeva su un altopiano di forma triangolare lambito dal Fosso della Mola e dal Cremera, un affluente del Tevere. Sono state trovate tracce di nuclei abitativi costituiti da capanne risalenti già all’età del Bronzo e all’epoca villanoviana. Lo sviluppo economico dovuto al controllo del basso corso del Tevere e allo sfruttamento delle saline sulla riva destra del fiume…

Il Santuario di Pietrabbondante è di grande importanza storica perché è la maggiore area sacra giunta sino a noi nel territorio dei Sanniti, un antico popolo italico stanziatosi nell’area centro meridionale della penisola. L’area sacra sorge in altura a circa 966 metri sul livello del mare…

Il Parco dei guerrieri si trova nel piccolo comune di Vaste, da identificare con l’antica Basta, un importante centro messapico del Salento di cui sono ancora visibili alcuni tratti dell’imponente cinta muraria (IV-II secolo a.C.) che in origine era lunga più di 3 km con cinque porte di ingresso.…

Uno dei borghi più belli di Italia, Sovana è come sospeso nel tempo. Il suo aspetto medioevale arroccato sui Tufi in uno scenario unico al mondo, con la sua vegetazione caratteristica, gli strapiombi, le misteriose vie cave scavate nella roccia, apre una finestra sul passato che ci porta ai tempi della civiltà etrusca, con la necropoli ricca di splendide e raffinate tombe.…

Visitare l’area di Monte Bibele è un’esperienza particolare, perché si unisce la dimensione naturalistica a quella storico archeologica. La visita in primo luogo è una passeggiata nei boschi, in aree da sempre incontaminate, tanto che gli antichi vi trovavano una connessione con la divinità.…

Arpi fu il più importante e esteso insediamento della Daunia. L’antica città oggi si trova nel territorio di Arpinova, luogo ricco di importanti testimonianze archeologiche che includono sia le splendide testimonianze dell’antico centro daunio che l’area archeologica di Passo di Corvo con i resti di un villaggio neolitico attivo fra V e IV millennio a.C…

Manduria è un’antica città messapica, situata nella penisola salentina a sud est di Taranto. Molte sono le testimonianze del suo glorioso passato giunte sino a noi tra cui le imponenti mura megalitiche, una necropoli con oltre 1200 tombe, il Fonte Pliniano descritto da Plinio il Vecchio nel suo Naturalis Historia, e l’ipogeo della Chiesa di San Pietro Mandurino.…