Mappa dei siti archeologici d’Italia

Moltissimi sono i siti archeologici presenti in Italia. Il patrimonio artistico, culturale e architettonico italiano continua a meravigliare per la sua vastità e varietà: riflette la storia millenaria della nostra penisola, popolata sin dalle prime fasi del Paleolitico.

Ripercorrendo la storia e le grandi civiltà del Mediterraneo che hanno lasciato le tracce più monumentali, possiamo pensare a grandi linee di suddividere l’Italia in alcune macro-aree archeologiche.

I romani hanno lasciato tracce dovunque da Nord a Sud della penisola. Nell’Italia settentrionale, accanto a siti preistorici e protostorici molto importanti in Lombardia e Liguria abbiamo anche tracce del passaggio dei Celti e dei Longobardi. Altra importante area è quella che troviamo in centro Italia, dalla Toscana al Lazio fino a toccare l’Emilia Romagna: corrisponde all’antica Etruria. Da sottolineare poi la peculiarità sarda con la civiltà nuragica e le tracce che troviamo nel meridione di antichi popoli italici quali i Dauni, i Messapi, i Piceni.

Tuttavia, a caratterizzare il Sud sono sicuramente le testimonianze più suggestiva, in quella che fu la Magna Grecia: qui sono ancora visibili i resti della civiltà ellenica con i suoi templi e le sue aree sacre uniche al mondo.

Attraverso la ricerca è possibile filtrare i siti per epoche e regioni. E’ possibile, inoltre, andare alla scheda dettagliata del sito o vedere la sua localizzazione sulla mappa. Buona ispirazione!

 

Search
Expand the search area up to
Nearby points of interest
Reset
Resize the map
125 Risultati
Default
  • Date (Oldest first)
Refine Search
Regioni
Loading

Heraclea (Herakleia in greco) fu una colonia greca, posizionata su una collina posta tra la foce del fiume Agri e quella del fiume Sinni. Nel parco archeologico sono ancora visibili alcuni resti della città di Siris e in particolare una fortificazione in mattoni crudi e piccole aree sacre.…

La colonia greca di Himera è stata fondata, secondo lo storico Tucidide, nel 648 a.C. da coloni greci di origine calcidese e dorica provenienti da Zankle (l’attuale Messina) e da un gruppo di fuoriusciti politici di Siracusa.  La sua ottima posizione naturale, dove il fiume Imera incontra la pianura di Buonfornello, le consentiva facili e veloci scambi commerciali, divenendo un nodo cruciale.…

Arpi fu il più importante e esteso insediamento della Daunia. L’antica città oggi si trova nel territorio di Arpinova, luogo ricco di importanti testimonianze archeologiche che includono sia le splendide testimonianze dell’antico centro daunio che l’area archeologica di Passo di Corvo con i resti di un villaggio neolitico attivo fra V e IV millennio a.C…

Corfinium era un’antica città fondata dai Peligni proprio al centro della penisola. Potremmo dire che nel suo territorio nacque l’Italia: infatti, il nome “Italica” e poi successivamente “Italia” fu usato per riferirsi a questa città, scelta dagli italici come capitale della loro lega contro Roma ai tempi della guerra sociale nel I secolo a.C.…

Il villaggio nuragico di Su Nuraxi, anche conosciuto come complesso nuragico di Barumini, è il più importante sito archeologico della Sardegna. È stato riconosciuto dall’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità ed è l’esempio più completo e meglio conservato di nuraghe complesso.…

Rudiae è un’antica città messapica fondata in un’area centrale del Salento nelle vicinanze dell’antica Lupiae (l’odierna Lecce). L’area archeologica è inserita nel suggestivo paesaggio rurale della Valle della Cupa e in mezzo agli ulivi secolari oggi domina l’anfiteatro romano, portato alla luce durante gli scavi avviati nel 2011.…

Il porto di Classe è stato uno dei principali scali portuali del mondo antico. Posizionato all’imboccatura del porto-canale a circa 4 km dalla città di Ravenna, raggiunse il suo massimo splendore nel V secolo, periodo in cui, con capitale Ravenna, la Civitas Classis assunse una funzione fondamentale come sbocco commerciale e militare sul mare.…

L’unicità della villa di Tiberio a Sperlonga è data dallo straordinario gioco di elementi naturali e architettonici perfettamente armonizzati: la grotta naturale che diventa una piscina, le terrazze affacciate sul mare, lo scenografico gioco tra le acque marine e le piscine ravvicinate, l’isola artificiale: tutto ciò rende questo luogo unico e suggestivo.…

Il piccolo paese di Zuglio, racchiuso nella cornice delle alpi carniche, conserva importanti tracce del suo passato romano. Qui potrete ammirare il foro ben conservato dell’antica Iulium Carnicum.…

Sentinum è uno dei siti archeologici più rilevanti delle Marche. A un primo sguardo si può osservare il panorama dell’antica città: l’area è stata preservata da riedificazioni in età moderna, e dunque l’assetto urbanistico romano, con il reticolato di strade e i resti di importanti edifici è in buono stato di conservazione.…

Nella straordinaria bellezza dell’alta valle dello Iato, proprio sulla cima del monte (852 s.l.m.) che domina la vallata troviamo i resti dell’antica cittadella di Iaitas (Ietas il suo nome latino). Il primo nucleo risale all’inizio del I millennio probabilmente ad opera del popolo indigeno degli Elimi. Ellenizzata nel corso del VI secolo.…

Cupra Marittima ha un passato di splendore e ricchezza. Antico centro piceno e poi importante centro commerciale romano lungo la costa adriatica, i preziosi affreschi segnano un legame molto forte con il mito e con il mare. Gli interessanti resti architettonici raccontano la storia e la vitalità di questa città.…

La piazza di Torre Argentina deve il suo nome a Johannes Burckardt, alto prelato che si firmava “Argentino” in quanto nato a Strasburgo, città il cui nome latino è appunto Argentoratum. Fu questi dal 1483 cerimoniere di ben cinque pontefici e acquistò un terreno accanto ai resti del Teatro di Pompeo, dove fece costruire un palazzo che inglobò anche la torre.…

Canosa è una cittadina ricca di fascino e ha una storia da raccontare lunga migliaia di anni. Racchiude al suo interno antichissime e preziose tracce: dai tesori sotterranei degli ipogei Dauni, ai frammenti del mondo della Magna Grecia, alle testimonianze della potenza di Roma. Oltre all’antichità, la città offre suggestivi scorci sul medioevo.…

Il borgo molisano di Larino, nasconde al suo interno insospettabili testimonianze del passato, dall’antichità al Medioevo. Frammenti di storia, tra cui splendidi mosaici e resti di monumenti, tra i quali spicca in particolare, l’anfiteatro romano ben conservato.…

L’area archeologica di Cosa-Ansedonia si estende davanti al monte Argentario sulla cima del promontorio di Ansedonia. Cosa è un’antica colonia romana sorta con funzione di controllo tra il mare e l’entroterra.…

Libarna, situata in prossimità di un’arteria stradale e un nodo ferroviario, mantiene ancora oggi la sua posizione strategica così come accadeva in età imperiale quando si trovava sulla via Postumia.…

L’antica città di Elea (Velia) era un ricco e prosperoso centro commerciale, noto per la salubrità delle acque termali, per le sue buone leggi ma soprattutto per l’omonima scuola filosofica fondata da Parmenide, seguito da Zenone.…

L’area archeologica che abbraccia il portico di Ottavia e il teatro di Marcello è un’area di grande rilevanza storica, perché qui sono ancora visibili resti di età repubblicana e, insieme con l’area sacra di Largo Argentina, ci offre un quadro importante degli edifici di Roma tra il III e il II secolo a.C.…

Poco distante dalla cittadina di Manfredonia si trovano gli scavi dell’antica Sipontum (Siponto), fiorente colonia romana e poi bizantina. Fondata nel II secolo a.C. viene distrutta da un terremoto nell’alto medioevo e abbandonata per la costruzione di una nuova città in un’area vicina, l’attuale Manfredonia appunto.…

L’area archeologico delle Terme Euganee è situata lungo il fianco orientale dei colli Euganeii dove si estende un laghetto di acque termali luogo ci pellegrinaggio e culto già dall’epoca protostorica.…

Di cosa parliamo quando parliamo di SAS, ovvero Spazio Archeologico Sotterraneo? Quando negli anni Novanta iniziarono i lavori di restauro del Teatro Sociale di Trento ci si imbatté in un vero e proprio quartiere romano interamente conservato, si trattava di uno dei luoghi più importanti dell’antica Tridentum, ovvero l’attuale Trento.…

Il parco archeologico di Iuvanum è uno di quei luoghi nascosti da scoprire. In mezzo alle campagne abruzzesi, non ci si aspetta di trovare un’area vasta e ricca di storia, e si ha l’impressione di entrare in un quadro, una finestra sul passato, dove le importanti rovine risaltano, circondate dalla natura.…

La Tomba dei Giganti si trova sulla cima di una collina nei pressi della località Li Lolghi, alla fine di una piccola stradina asfaltata. Questa costruzione nuragica risale probabilmente al 1800 a.C. e si presenta ancora in ottimo stato di conservazione.…